Leonardo da Vinci non era gay

Leonardo, secondo una recente ricerca, non era affatto gay. Una delle leggende più diffuse su Leonardo da Vinci è quella che lo vorrebbe omosessuale e anche un po’… pedofilo. Ma le più recenti ricerche sul la sua vita ci dicono che non è così.

Gli studi della storica Maike VogtLüerssen con fermano invece il suo legame con Isabella D’Aragona, duchessa di Milano, figlia di Alfonso II e di Ippolita Maria Sforza, della quale Leonardo da Vinci sarebbe stato il secondo marito.

Da questa unione sarebbero per fino nati 5 figli. Secondo la studiosa tedesca, Isabella sarebbe la donna nel quadro La Gioconda: lo dimostrerebbe la decorazione sulla scollatura del vestito, caratteristica di un abito tipico della seconda fase del periodo di lutto in uso alla corte degli Sforza di Milano, e infatti Isabella d’Aragona era ancora in lutto per la madre Ippolita, morta pochi mesi prima che fosse dipinto il ritratto.

Dove nacque la leggenda dell’omosessualità di Leonardo? A Firenze, durante il suo apprendistato nel la bottega del Verrocchio, quando il pittore per il suo talento era molto temuto dal la “concorrenza” (gli altri allievi della bottega, innanzitutto): la sodomia era un modo di screditarlo. (Focus Extra, febbraio 2016, S.B.).

Come si nota nell’immagine riguardante il ritratto che Raffaello fece di Isabella d’Aragona, la somiglianza con la Monna Lisa non lascia spazio ai dubbi.

leonardo_omosex_1

Altri articoli sul tema:
Leonardo da Vinci era veramente omosessuale?
La leggenda di Leonardo da Vinci omosessuale

Leonardo da Vinci non era gayultima modifica: 2016-05-06T20:37:32+00:00da moby20
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment